Home Blog Letture in Circolo I fantasmi del cappellaio
I fantasmi del cappellaio

I fantasmi del cappellaio

Autore Georges Simenon

Casa editrice ADELPHI, 2012

Pagine 244

La valutazione del Circolo

Che emozione ci ha lasciato il libro?

Circolo di lettura sezione soci Coop Sesto Fiorentino - Calenzano

In collaborazione con Circolo di lettura sezione soci Coop Sesto Fiorentino - Calenzano

I Circoli di lettura sono una comunità di lettori che si ritrovano, una volta al mese, per scambiarsi opinioni e sensazioni su un libro la cui lettura, individuale, è stata decisa di comune accordo.

Trama

Una piccola città, La Rochelle, immersa in una gelida pioggia autunnale dove borghesi apparentemente insospettabili giocano a bridge e una serie di strani delitti che viene improvvisamente a turbare la vita della città.

Due personaggi: il cappellaio, agiato rispettabile commerciante, e il “piccolo sarto” armeno con addosso il suo irrimediabile odore di aglio e di miseria, che si osservano in una comunicazione tragica e segreta.

Due sguardi consapevoli, due punti di vista contrapposti e complementari fino alla reciproca dipendenza, fino alla complicità, si affrontano in una sorta di controcampo investigativo di altissima tensione drammatica.

La citazione degna di nota

Col passare degli anni aveva finito per dare ai suoi movimenti una cadenza quasi da balletto. Gli veniva spontaneo. Non aveva più bisogno di pensarci, tanto è vero che, quando per una circostanza fortuita il ritmo cambiava, prima di rimettersi in moto restava per un po’ immobile, disorientato, come un meccanismo guasto.

Le nostre riflessioni

Un viaggio dentro la mente dell’assassino in cui Simenon cerca di spiegare tramite le parole del protagonista cosa si nasconde dietro gli apparenti gesti di un folle. La vicenda si svolge in giornate piovose, cupe, con luci fioche, vetrine malamente illuminate, strade deserte, quasi a confermare la fatalità degli eventi, il dramma imminente.

Con poche parole suggestive Simenon tratteggia caratteri, atmosfere, stati d’animo e risulta attento all’analisi psicologica dei due protagonisti, al reciproco osservarsi e dedurre l’uno dell’altro le mosse successive, le ipotesi, il pericolo o la sfida.

Interessante, inoltre, la proposta di Adelphi di pubblicare il racconto e i diversi finali ideati da Simenon che rende perfettamente l’idea del lavoro dello scrittore intorno ad una situazione, che modifica fino a quando non trova l’assetto giusto e definitivo.

Lo consigliamo a...

A chi ama Simenon e le letture incentrate sui personaggi e sulla loro psicologia.

Le parole chiave del libro

Mistero

paure

segreti

morte

assassino