Brucio dunque leggo!. La libreria Tatatà di Firenze

Il viaggio di Gutenberg dedicato al tema della libertà continua con la collaborazione di Letizia Fuochi, cantante e musicista, con un passato da libraria, che ci accompagna alla scoperta delle librerie indipendenti della Toscana. In questo primo appuntamento conosciamo Silvia e Fiamma della libreria fiorentina Tatatà

Bibliocoop
Bibliocoop
Bibliocoop è una comunità di lettori nata nel 2010 da un progetto di Unicoop Firenze in collaborazione con la Regione Toscana per favorire l'accesso al libro e alla lettura.

Brucio dunque Leggo! è la rubrica di Gutenberg dedicata alle librerie indipendenti della Toscana. Letizia Fuochi, cantante e musicista con un passato da libraia, ci accompagna alla scoperta dei segreti di uno dei mestieri più affascinanti al mondo: quello di chi vende storie.

La libreria Tatatà di Firenze

La prima tappa del nostro viaggio alla scoperta di librerie fantastiche è in Oltrarno, a Firenze, in via Santa Maria: proprio di fronte al Teatro Goldoni. La libreria Tatatà è luminosa, calda e accogliente. Creata e gestita da Silvia e Fiamma amiche di una vita, viaggiatrici viaggianti, anime nomadi di cuore e passioni – sembra incastonata nella natura. Gli scaffali sono rami e i libri, il frutto dell’ingegno di chi traduce in parole le emozioni.

La libertà, il tema di questo primo appuntamento, mette radici stabili nell’idea creatrice del loro progetto: una libreria gestita da una piccola cooperativa di donne.

La società liquida in cui viviamo necessita di rallentare e nutrirsi di un proprio tempo da dedicare allo scambio, al confronto, alla conoscenza e alla meraviglia: ecco così che si realizza la possibilità di abitare per qualche ora in libertà uno spazio di passioni comuni che diventa dimora, rifugio, interazione.

Tatatà non è solo una libreria di quartiere, ma un modo di vivere il cuore antico della città uscendo coi libri in bicicletta per le strade, per le piazze, inventando colazioni poetiche e collaborazioni artistiche, mettendo al centro il libro, la cura per ogni storia, insieme ad un sorriso per chiunque voglia fermarsi, nutrirsi e riprendere poi, lentamente, il proprio cammino.

Il consiglio di lettura di Fiamma e Silvia a proposito di libertà? Eccolo:

La donna abitata, di Gioconda Belli, E/O 2012

Info point

Libreria Ta ta tà

Dov’è (dal vivo): Via Santa Maria, 38R Firenze | angolo libri alla Palazzina Indiano Arte, Piazzale dell’Indiano, 1 Firenze.

Dov’è (online): https://tatata.it/

Letizia Fuochi – Bibliografia

Letizia Fuochi, foto Luca Di Bartolo g.c.

Cresciuta con le canzoni dei cantautori italiani, nipote di Tina Allori, storica voce della RAI degli anni Cinquanta. Sulla scena dal 1999, autrice ed interprete di numerosi spettacoli di Teatro Canzone, ha pubblicato Finito e infinito (2002), Come l’acqua alla terra (2009), il singolo Donna Nigra (2010) e INCHIOSTRO (2017) album prodotto da Materiali Sonori. Da gennaio 2011 inizia il sodalizio artistico con il chitarrista Francesco Frank Cusumano; voce ufficiale dei Mediterranea, band tributo di Fabrizio de André.

Tra i suoi lavori più recenti, nell’ottobre 2019, lo spettacolo su Chavela Vargas nel centenario della sua nascita e, a gennaio 2021, sempre per Materiali Sonori, il disco FUEGOS Y CHAVELA. Tra novembre 2020 e gennaio 2021 viene scritturata dal Thèatre de la Ville de Paris e dal Teatro della Pergola di Firenze per le Consultazioni Musicali a Telefono. Ha ottenuto il riconoscimento di INSIEME PER LA MUSICA stanziato da Elio e le Storie Tese, il Trio Medusa e il CESVI di Bergamo per gli artisti al tempo del Covid.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti