Festa del teatro a San Miniato

Dal 27 giugno al 27 luglio la LXXVI edizione del più antico festival di produzione d'Italia dedicato al Teatro dello Spirito. Riduzioni per i soci Unicoop Firenze

Nell’estate del 1944, a San Miniato, le mine tedesche avevano distrutto il Teatro Verdi, piccolo, ma sontuoso, costruito sul modello della Scala di Milano. Tre anni dopo, nel 1947, per merito di quattro sanminiatesi, decisi a risollevare le sorti della cittadina, devastata dal passaggio della guerra, vennero gettate le basi per un teatro che andasse incontro al popolo, proponendosi di interpretare le tensioni e le aspirazioni dell’uomo, con rappresentazioni da tenersi negli spazi deve gli uomini si incontrano: le piazze e le chiese.

La Festa del Teatro a San Miniato, che è il più antico festival di produzione d’Italia, ha rappresentato un unicum nel panorama teatrale italiano ed europeo. I testi che in tutti questi anni sono stati rappresentati, appartengono ad una certa drammaturgia, definita “Teatro dello Spirito”, intendendo con ciò tutti quei lavori che si pongono il problema della ricerca del senso e del significato della vita.

La LXXVI Festa del Teatro di San Miniato, dal 27 giugno al 27 luglio 2022 avrà come filo conduttore “Storia e vita, tra conflitto e resilienza” dando particolare rilievo a una drammaturgia che veda come protagonisti soprattutto giovani attori e registi, di cui valorizzare creatività, capacità multidisciplinari ed espressive.

Il Dramma popolare si interroga su tale conflitto che ha accompagnato la Storia e la vita del singolo nel passato per riemergere nel presente in una lotta che non è combattuta con armi belliche, ma con la scienza e il senso civico, pur in mezzo a difficoltà e paure. È la prospettiva della resilienza, intesa come capacità di affrontare sfide, facendo appello a forza interiore, la prospettiva generativa da far valere dai singoli all’interno della società, ma anche nelle relazioni tra gli Stati, in una dinamica costruttiva del vivere sociale.

Il momento principale del Festival sarà lo spettacolo centrale della LXXVI Festa del Teatro “IRMA KOHN è stata qui”, di Matteo Corradini e con la regia di Pablo Solari, dal 23 al 27 luglio.

Info e prenotazioni

Dettagli e programma su www.drammapopolare.it

Biglietti soci Unicoop Firenze: per “Irma Kohn è stata qui” di Matteo Corradini 12 euro. Per gli altri spettacoli in programma biglietti per i soci Unicoop Firenze euro 7.

Il calendario degli spettacoli

  • Oratorio di Sant’Urbano – 27 giugno 2022 – ore 21.30
    con l’Associazione Culturale Elicriso – Nexus Arti e Didattica – Fondazione Istituto Dramma Popolare di San Miniato,
    Quell’abbagliante assenza di luce
    Voce recitante Andrea Giuntini
    Musica dal vivo Tommaso Nobilio
    Installazione scenica a cura di Luca Macchi
  • Giardino della Cisterna della Misericordia – 30 giugno 2022 – ore 21.30
    Arca Azzurra
    Aquile Randagie
    credere  disobbedire  resistere di e con Alex Cendron
    Regia Massimiliano Cividati
  • Giardino della Cisterna della Misericordia – 4 luglio 2022 – ore 21.30
    Collettivo lunAzione
    Il Colloquio – Premio Scenario Periferie 2019 – Premio Fersen alla regia 2021 – Spettacolo finalista INBOX 2021
    con Renato Bisogni, Mario Cangiano, Alessandro Errico
    aiuto regia Cecilia Lupoli, costumi Federica Del Gaudio, organizzazione Martina Di Leva
    Regia Eduardo Di Pietro
  • Giardino della Cisterna della Misericordia – 7 luglio 2022 – ore 21.30
    Atelier Mamot
    Gernika
    con Alay Arcelus Macazaga
    Musiche dal vivo Selene Framarin, Costumi e scenografia Atelier Mamot, Maschera Matteo Destro, Foto di scena Sofia Nosellotti
    Regia e drammaturgia Matteo Destro
  • Giardino della Cisterna della Misericordia – 11 luglio2022 – ore 21.30
    Compagnia Le belle bandiere
    Gli Alberi mUOIONO IN PIEDI
    Fantasia in musica ispirata all’incontro tra Oriana Fallaci e Alekos Panagulis
    Elaborazione drammaturgica, regia e interpretazione di Elena Bucci
    tratta dallo spettacolo ‘ Nella lingua e nella spada’ con musiche di Luigi Ceccarelli
    una produzione Ravenna Festival, Campania Teatro Festival, Teatro Piemonte Europa
    musica in playback di Luigi Ceccarelli con registrazioni di Michele Rabbia e Paolo Ravaglia
    luci Loredana Oddone, Max Mugnai
    cura e regia del suono Raffaele Bassetti
    assistente all’allestimento Nicoletta Fabbri
  • Giardino della Cisterna della Misericordia – 14 luglio 2022 – ore 21.30
    Teatro dei Borgia
    Giacomo
    Con Elena Cotugno
    Testi Giacomo Matteotti con interruzioni d’Aula
    Costumi Giuseppe Avallone
    Scene Filippo Sarcinelli
    Progetto e Regia Gianpiero Borgia
    in coproduzione con Artisti Associati Gorizia
  • Giardino della Cisterna della Misericordia – 18 luglio 2022 – ore 21.30
    Teatro i
    EVA (1912 -1945)
    da “Innamorate dello spavento” di Massimo Sgorbani
    con Federica Fracassi
    regia Renzo Martinelli
    produzione Teatro i
    con il patrocinio di Next/Laboratorio delle Idee
  • Piazza del Duomo – dal 23 al 27 luglio – ore 21.30
    Elsinor Centro di Produzione Teatrale – Centro Teatrale MaMiMò – Fondazione istituto Dramma Popolare di San Miniato
    Irma kohn è stata qui
    di Matteo Corradini
    Drammaturgia Tatjana Motta
    con Francesco Aricò, Maria Canal, Luca Mammoli, Stefania Medri, Giuditta Mingucci, Woody Neri, Maria Caggianelli Villani
    Regia Pablo Solari
    Collaborazione alla Regia Woody Neri
    Scene Maddalena Oriani
    Costumi Marta Solari
    Sound designer Alessandro Levrero
    Luci Fabio Bozzetta
    Realizzazione costumi Marta Solari, Giulia Azzurro
    Direzione tecnica Rossano Siragusano

Info e prenotazioni

Dettagli e programma su www.drammapopolare.it

Biglietti soci Unicoop Firenze: per “Irma Kohn è stata qui” di Matteo Corradini 12 euro.
Per gli altri spettacoli in programma biglietti per i soci Unicoop Firenze euro 7.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti