In forma dopo le feste

I consigli della nutrizionista Emma Balsimelli per recuperare salute e forma senza perdere il gusto della tavola

Come liberarsi degli eventuali chili guadagnati durante le festività natalizie Natale e dintorni, ma anche delle tossine che hanno appesantito il lavoro di stomaco, fegato e reni?. Con poche regole quotidiane la nutrizionista Emma Balsimelli spiega come recuperare salute e forma senza perdere il gusto della tavola.

Quali regole quotidiane seguire per rimettersi in forma?

Privilegiate soprattutto verdura e frutta, da consumare ad ogni pasto. Tra gli alimenti più consigliati, alcuni cibi antiossidanti come gli spinaci, i kiwi, i mirtilli e la frutta di stagione in genere. Per disintossicare il tratto digestivo può essere di aiuto un cucchiaio di aceto di sidro di mele al giorno. Assumetelo la mattina dopo una cena abbondante: l’acidità favorirà in modo naturale la digestione e ridurrà in modo significativo il gonfiore addominale, i dolori e altri sintomi gastrointestinali indesiderati. Se non vi piace puro o non lo gradite provate a miscelarlo con acqua calda, limone e miele.

Quali cibi evitare invece?

In un regime leggero è bene evitare insaccati, cibi in scatola e confezionati preferendo legumi, pesce, minestre di verdure, pasta e riso integrali, il tutto da accompagnare con condimenti leggeri come aromi, spezie e olio extravergine d’oliva da usare a crudo sugli alimenti. Tra le regole, sempre valide, quello di ridurre il consumo di sale e di favorire la depurazione con tisane e bevande non zuccherate.

E per chi ha esagerato con gli alcolici?

In questo caso è bene reidratare il corpo con magnesio, vitamina B12 e vitamina C, da consumare prima e dopo gli eccessi. Per il magnesio, potete assumerlo con qualche manciata di semi di zucca; pesce e crostacei vi forniranno vitamina B12 e due kiwi al giorno saranno sufficienti per fare un buon carico di vitamina C.

Movimento: quale e quanto?

Per perdere qualche chiletto di troppo è sufficiente tornare o cominciare a praticare regolare attività fisica quotidiana: 30 minuti al giorno di camminata a passo spedito arrivando all’obiettivo giornaliero di 10.000 passi abbinando almeno 2 volte a settimana un’oretta di attività più intensa come la corsa o la bici.

Ricordate, inoltre, che una passeggiata all’aria aperta in un giorno di sole amplifica gli effetti benefici dei cibi elencati sopra. Respirare aria fresca ed esporre la pelle al sole può aumentare la produzione di endorfine che aiutano a sentirsi ottimisti e motivati. Uno studio ha dimostrato che anche solo guardare immagini della natura (contro foto di paesaggi urbani) può aumentare i livelli di energia.

Digiuno: sì o no?

Se state pensando di perdere i chili accumulati durante le feste con qualche giorno di digiuno, fareste bene a ripensarci. Si rischia solo di confondere il metabolismo ed assimilare peggio. Saltare i pasti è il modo più semplice per ingrassare: il corpo vive l’assenza di calorie come una situazione di emergenza causando fluttuazioni di insulina e glucosio. Il risultato? Alto rischio di abbuffata! Il metabolismo invece che accelerare, rallenta e l’organismo cerca di trarre il maggior nutrimento possibile dal pasto successivo. In questo modo si rischia di aumentare di peso, accumulando il grasso soprattutto a livello addominale. Quindi per la dieta post abbuffata niente digiuno!

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti