Confetti: ideali per le cerimonie, buoni tutti i giorni

Sono spesso il dolce segreto che si cela in nuvole di tulle, ma niente vieta di gustarli solo per la gioia del palato. Proposti ad amici e parenti in occasioni speciali, come matrimoni, comunioni e cresime, ma anche battesimi e lauree, si trovano in tantissime varietà, e sono sempre più presenti in casa, per golosità e per offrirli al posto di una caramella.

Sta prendendo campo l’abitudine di presentarne un vassoio agli ospiti di casa. Sono i confetti, dolcetti dalla storia antichissima, visto che si narra che già gli antichi romani fossero soliti usare una mandorla avvolta da una preparazione fatta con miele e farina per celebrare nascite e matrimoni.

Il nome, che trae origine dal latino conficiere, ossia confezionare, sottolinea la complessa lavorazione necessaria alla produzione dei confetti, la cui diffusione è stata influenzata dalla disponibilità di zucchero, prima quello di canna e poi della barbabietola, che ne ha aumentato la disponibilità. Un’altra teoria fa risalire l’invenzione del confetto al Medioevo e all’usanza di proporre le sostanze medicamentose avvolte in un sottile strato dolce. Parliamo di erbe o spezie che in questo modo venivano rese più gradevoli per l’assunzione.

Anche con la frutta

Dalla fine di aprile i confetti, prodotti da un fornitore specializzato, si trovano anche negli spazi forneria dei Coop.fi di maggiori dimensioni e di altri punti vendita come i supermercati di Novoli, via Carlo del Prete, piazza Leopoldo, via Caracciolo e San Miniato.

Disponibili in sacchetti da circa 240 grammi, sia di un solo gusto, sia misti, possono essere ordinati in quantitativi maggiori e su misura, ad esempio per cerimonie. Dopo la pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria, infatti, ricevimenti e festeggiamenti stanno aumentando e non c’è occasione che si rispetti senza bomboniera a fine giornata.

Diversi i gusti in assortimento, uno per ogni esigenza, colorati e belli da vedere, oltre che da mangiare: si va dalla classica mandorla al mix mandorla e gianduia, ma non mancano le declinazioni con la frutta, come amarena e frutti di bosco, e quelli più “cremosi” con pistacchio o nocciola.

Disponibili anche i confetti dal gusto toscano al sapore dei cantuccini e il mix marmorizzato, con la decorazione ben visibile sulla superficie del confetto. Per chi ama sperimentare, ecco i confetti sbagliati, inventati per caso a causa di un “errore” durante la preparazione. In questo caso, però, la ricetta è segreta!

Bomboniere fai da te

Tante le sfumature di colore, tutte naturali, grazie all’impiego di coloranti non azoici (cioè non nocivi per la salute), che possono essere scelte anche coordinandosi all’occasione. I classici bianchi sono perfetti per le nozze, quelli colorati possono essere proposti, ad esempio, in tinta con l’allestimento della cerimonia. Vista la varietà, i confetti in vendita nei Coop.fi ben si adattano anche alla classica “confettata” di fine cerimonia, il buffet superdolce che chiude il ricevimento e dove gli ospiti possono spilluzzicare e degustare liberamente i confetti che prediligono.

Sulle bomboniere, infine, prendono sempre più piede quelle fai da te. Qualche idea? Una piccola piantina fiorita o grassa, se vogliamo essere più sicuri della sua sopravvivenza, a cui abbinare una selezione di confetti, oppure un oggetto per la casa, utile e sicuramente destinato a restare in vista nella cucina degli invitati. Ad esempio una tazza o tazzina, da riempire, ovviamente, di dolci bon bon.

Per chi vuole puntare tutto sul gusto, a volte, basta anche una scatolina di cartone riciclato: amica dell’ambiente ed economica. L’importante è che sia capiente! E contenga un numero dispari di confetti, ad esempio per le nozze cinque, indivisibili come l’unione che si celebra.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti