Cinque domande sull’hummus

Tradizione mediorientale che conquista l’Occidente

1) Cos’è?

È una salsa cremosa e dal sapore deciso, a base di ceci e pasta di semi di sesamo frullati con limone, olio d’oliva, aglio e, in base alle diverse tradizioni, cumino e paprica dolce. È conosciuto come hummus ma il suo nome completo è hummus bi ṭaḥīna, ossia ceci con crema di sesamo. In Medio Oriente viene spesso servito in una ciotola sulle cui pareti viene schiacciata la crema, per lasciare uno spazio centrale, riempito poi di olio, il tutto guarnito con pinoli, paprica e foglie di prezzemolo.

2) Da dove viene?

È una ricetta antica diffusa in tutto il Medio Oriente, soprattutto Israele, Libano, Giordania, Siria, Turchia, Egitto, che da sempre si contendono l’origine del piatto. Per alcuni ha avuto origine in Turchia, dove i ceci venivano coltivati già 10.000 anni fa, per altri è stata inventata in Egitto nel 13° secolo. L’hummus è così amato e popolare che il regista Oren Rosenfeld gli ha dedicato il film Hummus! The Movie e, in un’intervista alla BBC, ha dichiarato che «l’hummus è un piatto mediorientale, rivendicato da tutti e di proprietà di nessuno».

3) A cosa abbinarlo?

In Medio Oriente da secoli viene fatto in casa, per accompagnare la pita, focaccia di pane azzimo, ma anche carne alla piastra e pesce grigliato. Salsa leggera ma nutriente, è ottima anche per condire verdure grigliate o fresche, in alternativa al classico pinzimonio. Per la consistenza cremosa e il gusto deciso è perfetto come salsa per crostini o per un primo piatto e per farcire panini, piadine o tramezzini vegetariani, al posto del formaggio o della maionese.

4) Perché fa bene?

È un cibo ricco di acidi grassi insaturi, proteine vegetali, potassio, ferro, magnesio, acido folico, manganese, vitamina B6 e fibre che aiutano la digestione e depurano l’organismo. Grazie agli antiossidanti presenti nei suoi ingredienti, ha proprietà antiinfiammatorie, antinvecchiamento e antitumorali. Inoltre l’abbinamento di olio d’oliva e paprica stimola la produzione di serotonina, rendendo l’hummus cibo del benessere e del buonumore.

5) Quando si festeggia?

È così amato che dal 2008 si è scatenata la “Guerra dell’hummus” con cui Israele e Libano si sono sfidati per entrare nel Guinness dei primati per la porzione di hummus più grande mai preparata al mondo. Il primo record è stato del Libano con un hummus da 2000 kg, poi di Israele con 4000 kg; nel 2010 il primato è tornato al Libano che ancora oggi detiene il “titolo” con un hummus da 10.452 kg, cifra che coincide con il numero di chilometri quadrati del Libano. Nel 2012 si è messo fine alla guerra con la giornata mondiale dell’hummus che, ogni 13 maggio, riunisce gli appassionati di tutto il mondo con l’hashtag #hummusday.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti