Cinquanta e cinquanta. Il radiodramma di Gutenberg: seconda puntata

In questa seconda puntata la lettura della prima parte dell'inizio del libro "La briscola in cinque" dello scrittore toscano Marco Malvaldi. In collaborazione con la Fondazione Accademia dei Perseveranti, per la regia di Andrea Bruno Savelli, e curato da Mira!.

Bibliocoop
Bibliocoop
Bibliocoop è una comunità di lettori nata nel 2010 da un progetto di Unicoop Firenze in collaborazione con la Regione Toscana per favorire l'accesso al libro e alla lettura.

Cinquanta e cinquanta è un podcast prodotto da Fondazione Accademia dei Perseveranti per il blog Gutenberg, promosso da Unicoop Firenze e curato da Mira!

Leggere è la palestra migliore possibile per la nostra mente. Per il nostro spirito. Per la nostra vita. E allora vi invitiamo a fare come si faceva una volta: fifty-fifty, cinquanta e cinquanta…

Prendiamo un romanzo di un grande autore toscano e lo leggiamo, anzi lo interpretiamo. Lo facciamo con tutto quello che serve. Un attore per interpretare uno ed un solo personaggio. Una regia e poi rumori, suoni, musiche.

Ma… ci fermiamo a metà.

L’altra metà la leggete da soli, a voi la regia, i personaggi, le scene e le inquadrature! Perché chi legge ha sempre una via d’uscita, un’isola su cui c’è sempre il sole, un amico infinito.

Fifty-fifty, cinquanta e cinquanta, il cinquanta per cento dell’infinito.

La briscola in cinque

In questa seconda puntata l’inizio- Parte prima del libro

di Marco Malvaldi (Sellerio editore)
Regia di Andrea Bruno Savelli
Producer Neri De Donato

Con

Andrea Bruno Savelli, Nicola Pecci, Tommaso Becchi, Gabriele Mirulla, Neri De Donato, Mario Salvaderi, Valerio Ranfagni, Mauro Tinacci, Sergio Forconi, Mauro Monni, Filippo Nicosia, Luigi Monticelli, Diletta Oculisti, Marco Brogi, Alessia Bartolozzi, Manola Nifosì

Produzione Fondazione Accademia dei Perseveranti.

Buon ascolto!

( a cura di Mira!)


Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti