I parchi da visitare in Toscana

Passeggiate nei boschi, tra reperti medioevali o castagnate in riva al lago. I parchi della Toscana riservano tanti eventi per questo autunno.

I boschi iniziano a cambiare colore e sono numerosi gli appuntamenti per gustare i frutti di stagione, in particolare funghi e castagne, ma anche per vedere uno spettacolo teatrale immersi nella natura o osservare la fauna in movimento. Ecco dove in Toscana.

Ad Arezzo

In provincia di Arezzo, la Riserva Naturale dei Monti Rognosi (Anghiari) e quella del Sasso di Simone (Sestino) sono fra i luoghi più interessanti della Valtiberina toscana, dal punto di vista naturalistico e storico. Molte le iniziative organizzate dalla cooperativa Toscana d’Appennino. Il primo appuntamento è domenica 6 ottobre a Sestino, con “I funghi nell’antica Roma”. Una guida ambientale accompagnerà i partecipanti in un’escursione nella riserva per raccontare il rapporto fra gli antichi Romani e i funghi. Domenica 13 è invece la volta dei Monti Rognosi con la raccolta della castagne, un trekking nei castagneti secolari alla ricerca del delizioso frutto, sempre accompagnati da una guida.

Firenze

Alle porte di Firenze, il parco museo di Poggio Valicaia si estende per 48 ettari collinari che comprendono un laghetto e una casa colonica dove vengono realizzati corsi ed eventi. Ma il fascino del parco è dato dalla sua ricchezza di flora, fauna e patrimonio arboreo. Molte le iniziative regolarmente organizzate: attività con le api, laboratorio del pane, tiro con l’arco o, addirittura, la possibilità di dormire su un albero, sospesi in letti volanti. Prossima iniziativa il 10 novembre con le Olioolimpiadi: i partecipanti assaggeranno i 5 oli extra vergine di oliva in gara e daranno i loro voti decretando il vincitore. Prenotazioni entro il 29 ottobre.

Lucca

Sono due i parchi principali della provincia di Lucca, il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, con le zone dell’Orecchiella, Lamarossa, Pania di Corfino, e il Parco delle Alpi Apuane con una parte sul versante della Versilia. La regina di ottobre è sicuramente la castagna, alla quale vengono dedicati numerosi appuntamenti. In particolare:

  • domenica 6 ottobre a Cascio (Molazzana), castagnata in piazza.
  • domenica 13 a Castiglione di Garfagnana, “Fiera d’ottobre” dedicata a castagne, funghi e tartufi in uno dei borghi più belli di Italia-
  • domenica 20, a Pieve Fosciana “Sapori d’autunno”, a Careggine “Festa della castagna” (organizzata dal Comune di Careggine in collaborazione con l’Ente Parco Alpi Apuane che qui ha il centro visite Bosa Geopark farm), e a Riana (Fosciandora) festa del vino.
  • domenica 27 ottobre, infine, sul lago di Pontecosi (Pieve Fosciana), castagnata in riva al lago.

Pisa

Un appuntamento diverso dai soliti è quello che si svolge nell’area protetta del Parco di San Rossore (Pisa), il 12 e 13 ottobre (alle 11.15 e 16.45) organizzato da Azulteatro: una performance teatrale itinerante (Sentieri) che attraversa una parte della lecceta, della pineta e arriva ad esplorare la zona denominata Palazzina, un grande complesso colonico ora abbandonato: un cast di 10 attori si esibirà con musica, danza, teatro, poesia e performing art con ingresso a 15 euro.

Pistoia

Nell’anniversario della morte di Leonardo, l’Ecomuseo della Montagna Pistoiese organizza una simpatica iniziativa rivolta a famiglie con bambini e ragazzi. Domenica 20 ottobre dalle 15.30, a Palazzo Achilli a Gavinana, frazione del Comune di San Marcello Piteglio: “…ma 9 per 9 farà 81? Sfida il Genio di Leonardo da Vinci!”. Costo 5 euro. Si parte con una visita alla mostra “Le Macchine di Leonardo – Tracce del Genio sulla Montagna Pistoiese”, quindi i ragazzi saranno invitati a capire il funzionamento dei modellini esposti, sperimentando direttamente i loro movimenti. Si tratta di piccole macchine in legno realizzate dall’artigiano Valerio Pagliai, che ha dato vita ai disegni di Leonardo da Vinci.

Prato

Il Parco delle Cascine di Tavola, nel Comune di Prato, può essere scoperto sia camminando attraverso alcuni itinerari proposti dalla Scuola italiana di nordic walking, sia in bicicletta grazie a una pista ciclabile. Due gli itinerari proposti. Il primo a sud, da Tavola all’Ombrone (durata 30 minuti), parte dall’accesso ovest al parco, presso l’abitato di Tavola, e conduce alla fattoria medicea, interessante edificio realizzato su modello delle cascine padane.

L’altro (nella foresta planiziaria, cioè di pianura, durata 1 ora), parte dall’accesso nord del parco, dove si trova un’ampia e godibile area a prato, e porta al viale del Caciaio per arrivare poi all’antica foresta, riserva di caccia privata del granduca, prima lungo il canale della Corsa e quindi, oltre la strada bianca, all’interno del bosco delle Pavoniere.

Siena

Ogni anno decine di migliaia di persone attraversano la Toscana lungo la via Francigena. L’antica via percorsa dai pellegrini è protagonista il 12 e 13 ottobre della World Francigena UltraMarathon, nel tratto fra Siena e Acquapendente: 120 chilometri di strade bianche di Val D’Arbia e Val D’Orcia. Una camminata non competitiva a passo di trekking e nordic walking, percorribile in cinque diversi tracciati a scelta. L’evento ha lo scopo di far vivere, in un’ottica di turismo lento e verde, un territorio ricco di gioielli naturali e artistici che costituiscono il patrimonio storico, culturale e ambientale dei dieci Comuni coinvolti nell’iniziativa sportiva.

Grosseto

Nel Parco della Maremma, in provincia di Grosseto, la terza domenica di ottobre si svolge la Festa del Parco. La visita sarà l’occasione anche per vedere il capanno di avvistamento alla foce del fiume Ombrone appena restaurato (con il contributo della Fondazione Uomo Natura Ambiente), dal quale si può osservare l’avifauna stanziale e migratoria.
Info: 0564393238

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti