Giornata mondiale dell’Acqua. Non possiamo aspettare

Alcuni semplici consigli di ecologia quotidiana per tutelare l'oro blu del pianeta

Non possiamo permetterci di aspettare. Ognuno di noi ha un ruolo da svolgere.

Responsabilità comune e urgenza, questo sono le parole chiave del messaggio che ognuno può fare proprio, non solo il 22 marzo ma tutto l’anno, preservando il bene più prezioso, l’oro blu del pianeta, senza il quale l’umanità intera è a rischio estinzione.

Acqua e cambiamento climatico

La Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day) venne istituita nel 1992 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con lo scopo di richiamare l’attenzione pubblica sull’importanza della risorsa acqua e per promuovere un suo consumo più responsabile e consapevole.

Da allora ogni 22 Marzo viene celebrata questa ricorrenza, sviluppando ogni anno un tema diverso su cui riflettere. Quello pensato per il 2020 è Acqua e Cambiamenti Climatici (Water and Climate Change) ed il modo in cui sono strettamente legati.

L’acqua, quindi, non solo come bene prezioso, ma come l’arma più efficiente per combattere e sconfiggere i cambiamenti climatici in atto: l’uso più consapevole di questa fondamentale risorsa può ridurre i gas serra, proteggere la nostra Terra e salvare la vita di chi non ne dispone a sufficienza.

Acqua pulita e potabile, un diritto di tutti

Dal 2010 l’Onu ha riconosciuto l’accesso all’acqua pulita e potabile come diritto umano universale, ma si stima che ancora oggi 2.1 miliardi di persone vivano senza acqua pulita nelle proprie case. E non è tutto: nel mondo una scuola elementare su 4 non ha acqua potabile (dati Unicef), circa 1.000 bambini muoiono ogni giorno di diarrea provocata dall’ingestione di acqua infetta, il 60% della popolazione (4,4 miliardi di persone) non ha accesso a servizi igienici adeguati (lo riporta l’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità), mentre sono circa 4 miliardi – quasi due terzi della popolazione mondiale – le persone che si trovano in situazioni di scarsità d’acqua per almeno un mese all’anno.

Cosa possiamo fare noi

E allora, cosa possiamo fare? Con delle semplici azioni da mettere in pratica quotidianamente possiamo contribuire a salvaguardare l’acqua, risorsa vitale per il nostro pianeta:

  • installare riduttori di getto ai rubinetti,
  • usare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico,
  • chiudere il rubinetto quando ci si lava i denti o ci si rade,
  • riparare i rubinetti che gocciolano e mantenere efficiente il nostro impianto idraulico,
  • lavare l’auto usando il secchio e la spugna e non l’acqua corrente del getto,
  • riusare le acque piovane per usi non potabili come innaffiare,
  • lavare le verdure lasciandole a mollo anziché in acqua corrente,
  • fare attenzione a quello che si butta negli scarichi.

Se siete social, ognuno può contribuire a promuovere la giornata, usando l’hashtag #worldwaterday o condividendo un’immagine e un video che parla dell’acqua e della sua importanza.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti